sciamani i

Yoga sciamanico in Siberia con Selene Calloni Williams

Siberia la patria dello sciamanismo.
“Il profumo della luna”.

Selene Calloni Williams condurrà un seminario portandovi  e guidandovi in questo mondo misteriosoe e meravigliosi ricco di energia della terra, della natura.

Lo Yoga Sciamanico é per eccellenza lo Yoga della Potenza; di vocazione tantrica, di natura antica, di voce poetica. Parla attraverso pratiche meravigliose che riguardano il risveglio dell’energia dormiente in ogni uomo: la kundalini. Parla mediante la psicopompia, la capacità di vedere simultaneamente nella morte e nella vita. Parla con linguaggio alchemico: è fratello gemello dell’alchimia e volge dritto allo scopo che il maestro Sri Aurobindo ha ben definito in un suo celebre aforisma: “Che tutto in te sia gioia, questa è la tua meta”.

Chi è Selene Calloni Williams
Scrittrice e documentarista, Selene Calloni Williams è autrice di numerosi libri e documentari a tema psicologia ed ecologia profonda, sciamanismo, yoga, filosofia e antropologia.
A diciannove anni perde il padre, un aviatore, avventuriero che lascia in eredità i suoi libretti di volo relativi ai periodi di guerra.L’eredità di del padre è per lei la prima grande fonte di apprendimento del coraggio e il richiamo più irresistibile all’avventura.
A pochi giorni dalla morte del padre accetta un lavoro che la porta nell’isola di Sri Lanka.
Qui incontrerà il suo maestro Michael Williams, Michael è un professore di inglese in pensione, ma è soprattutto uno yogin e uno sciamano. Ha personalmente conosciuto Sri Aurobindo quando il maestro era ancora in vita.
Michael la inizia allo yoga Sei anni dopo il loro primo incontro, anche Michael  lascia il corpo. Corpo che non verrà mai ritrovato dalle autorità che ne dichiarano la morte.
Prima di lasciare il corpo le  indica un cammino geografico e spirituale che avrebbe dovuto compiere per portare a termine il suo percorso iniziatico. Camminare sulla terra e viaggiare dentro la psiche sono due facce della medesima avventura per lei.
Il cammino iniziatico è il percorso della Dakini, la Danzatrice del Cielo.
Nel 2006 a Guahati in Assam, presso il Kalimandir,  riceve, nel corso della Chakra Puja, l’iniziazione che conclude con successo il percorso che porta a danzare nel cielo, e può fare suo il nome del suo maestro Williams.
La tradizione del Vajra vuole che sempre vi siano simultaneamente sulla terra almeno una donna e un uomo che incarnano il segreto del danzare nel cielo affinché quest’arte non muoia mai.

PROGRAMMA DEL VIAGGIO

DURATA DEL VIAGGIO: 14 GIORNI/ 13 NOTTI

1° GIORNO, 4 Agosto: ARRIVO A IRKUTSK
Accoglienza e trasferimento in Hotel. Incontro con la nostra guida e primo tour della città. In base all’ora di arrivo e tempo disponibile visiteremo : Spasskaya Church (Church of the Savior) – Quay of the Angara – Piazza principale della città – Circus Square – Znamensky Monastery – Karl Marx street – Gagarin Boulevard – the Decembrists museum. Cena tradizionale e pernottamento.

2° GIORNO, 5 Agosto: IRKUTSK – BOHAN
Colazione e Incontro con il Direttore Esecutivo dell’ ONG “Shamanic Community of Irkutsk Region” che ha studiato appositamente per Voyagesillumination l’itinerario in questione.
Trasferimento al Villaggio di BOHAN. Copriremo una distanza di 120 km per 3 ore di viaggio attraverso i peculiari paesaggi buriati. Primo meeting con il rapressenate della Comunità Sciamana locale e incontri con gli Sciamani. Alloggio: Homestay. Cucina tradizionale.

3° GIORNO, 6 Agosto: BOHAN – OSA
Colazione e trasferimento al Villaggio Osa. 26 km per 40 minuti di viaggio. Incontro con la comunità sciamanica locale. Rituali e cerimonie. Pernottamento sulle sponde della riserva naturale e cucina tradizionale.

4° GIORNO, 7 Agosto: OSA
Colazione ed incontro con Sciamani della Comunità locale. Rituali e cerimonie. Banya, sauna Russa. Pernottamento e cucina tradizionale.

5° GIORNO, 8 Agosto: OSA – UST ORDA
Colazione e trasferimento al villaggio di Ust-Orda. 100 km per 2 ore di viaggio. Visita alla Montagna Sacra Sciamanica MANHAY. Incontro con Sciamani, workshop e dibattiti. Alloggio: Homestay e cucina tradizionale.

6° GIORNO, 9 Agosto: UST ORDA- GUSHIT
Colazione e trasferimento al Villaggio di Gushit. 30 km per 40 minuti di viaggio. Incontro con Sciamani grazie ai quali osserveremo il fenomenale espediente della “lievitazione delle pelli di pecora”. Incontro e dibattito. Alloggio: Homestay. Cucina tradizionale.

7° GIORNO, 10 Agosto: GUSHIT – BAYANDAY
Colazione e trasferimento al Villaggio di Bayanday. 30 km per 40 minuti di viaggio. Incontro e workshop con Sciamani locali. Visita di luoghi sacri per codurre cerimonie. Visita al Villaggio di Huty.

8° GIORNO, 11 Agosto: OLKHON ISLAND- KHUZHIR
Colazione e trasferimento a Khuzhir in Olkhon Island, considerato il centro dello Sciamanesimo. 190 km per 5 ore di viaggio via terra più mess’ora di ferry boat. Alloggio in centro privato. Cucina tradizionale.

9° GIORNO, 12 Agosto: OLKHON ISLAND, LAKE BAIKAL
Colazione e visita al luogo Sacro Burkan cape, la Roccia Sciamanica. Visita al Museo Etnografico “Buryat Village”. Pranzo in un tipico ristorantino Buriata. Passeggiate nei dintorni a piedi o in biclietta o a cavallo. Banya, sauna Russa. Alloggio in centro privato.

**************************************************************************

Sciamanesimo, buddhismo e cristianesimo ortodosso sono le tre religioni più diffuse nella Repubblica delle Buriazia che occupa una vasta regione della Siberia russa.

Arriviamo a un villaggio a circa un paio d’ore d’auto dalla città di Irkutsk, che è già quasi pomeriggio. Peter Nikolaevich ci attende presso l’Università della Buriazia. È un professore di ruolo, ha la cattedra di sciamanismo.

Peter ci accoglie a braccia aperte e ci parla dello sciamanismo dandoci molte, interessanti interpretazioni del fenomeno.

Poi ci introduce alla conoscenza di sciamai autentici. Secondo Peter gli sciamani autentici sono colo che hanno avuto antenati sciamani, i detentori di “sangue sciamanico”.

Facciamo la conoscenza di persone davvero eccezionali che condividono con noi i segreti dei loro rituali.  Riti di purificazione, di buon auspicio. Nadia, una dolce signora, sciamana e veggente, ci parla utilizzando come strumento di mediazione delle normalissime carte da gioco ed è entusiasta quando le faccio conoscere le Carte dei Nat. Regalo una copia del libro all’Istituto, anche se è in italiano e forse nessuno potrà mai leggerlo, ma le Carte dei Nat disegnate da Luigi Scapini parlano un linguaggio universale.

Tra gli straordinari rituali ai quali prendiamo parte ve ne è uno in particolare di grande forza che muove le nostre emozioni nel profondo. Tutta la natura partecipa a questo rituale, un gruppo di aquile vola sopra di noi fin dall’inizio della sciamanizzazione e al termine uno stormo di rondini ci raggiunge volando quasi raso terra e riempiendo la radura dove il rito si è svolto.

La sciamanizzazione, anche se richiama rituali ancestrali, è un processo che ogni volta viene ri-creato dallo sciamano, poiché, come il professore ci spiega, lo sciamanismo è un processo rivelato e tutto ciò che accade è lasciato all’ispirazione dello sciamano che officia il rito, niente è codificato. Gli sciamani buriati anticamente si chiamavano Boo e anche oggi molti di loro preferiscono utilizzare questo termine. Boo è colui che parla con gli dei. Gli dei sono le idee che prendono possesso degli uomini, essi appartengono alla natura, sono le anime del bosco, del fiume, del lago, delle aquile, delle rondini, dei pesci, del vento, della pioggia. I rituali servono a propiziarsi il favore degli dei, sono un ponte tra l’uomo e la natura.

Consideriamo un grande privilegio poter viaggiare per la Siberia in compagnia di un professore universitario che si fa garante dell’autenticità dei personaggi che incontriamo e della veridicità delle nostre esperienze…………………..

Vi aspettiamo per quest’esperienza unica con Selene.
**************************************************************************

Se ti piace..condividilo!!
Facebooktwittergoogle_plus